Bologna

DJ Rou interview #DISCOGATTO

1 – Quando e dove suoni prossimamente?

Il 27 di Ottobre sarò in doppia su Roma: il pomeriggio al Roma Vinyl Village e la notte al Coho Apartment; il primo weekend di novembre invece sarò al mio party allo Studio 54 a Bologna, il 9 invece ci sarà L’Archivio presents al Ex Forno Mambo e per l’occasione presenteremo il mio nuovo EP su Bosconi, sarò ai dischi insieme all’owner dell’etichetta ovvero Fabio Della Torre. Il 17 Novembre invece sarò al Rush a Torino e via così.. Devo dire che è un periodo piuttosto pieno! 🙂

2 – Bologna è una città bellissima, culla di molti artisti.. Che aria si respira?

Diciamo che durante la mia adolescenza si respirava un aria tutt’altro che positiva. C’era stato troppo negli anni 90′ e a inizio 2000. Ma negli ultimi 3, 4 anni a Bologna sembra esserci una rinascita e l’aria è più che buona: c’è tanta voglia di fare e tante crew dei più disparati generi musicali. Inoltre siamo più di 10 negozi di dischi in città: direi che per l’Italia è una buona media.

3 – Com’è oggi la scena clubbing Bolognese?

Il clubbing sarebbe pieno di potenziale ma purtroppo una delle cose che manca a Bologna è un club come si deve. Ci sono bei locali in centro che però non possono avere bei sound system e viceversa dove ci sono i sound system come si deve, c’è invece la difficoltà di raggiungimento del locale o la difficoltà a riempirlo, perchè mega contenitori. Manca una via di mezzo ovvero un bel clubbettino comodo alla città, con un bell’impianto, con un buon bar e non troppo dispersivo.. speriamo.

4 – Com’è nato L’ARCHIVIO? Che ruolo ha nella tua vita?

L’Archivio è nato per caso. Iniziai a comprare stock a fine 2012 perchè su Bologna era rimasto ormai poco e ovviamente tutto quello che non mi interessava, lo iniziai a rivendere ad amici dj o amanti del disco. Nel giro di un anno, un anno e mezzo mi ritrovai con un garage con 3000, 4000 dischi in vendita e colsi l’occasione di entrare in un negozio di vestiti in centro, creandomi un corner all’interno.
Nel 2016 poi mi sono spostato nella attuale sede in cui mi sono unito a 180grammi records, negozio di un mio caro amico.
Diciamo che più che avere un ruolo nella mia vita, è ormai la mia vita. Passo 10 ore al giorno qui dentro dal Lunedì al Sabato e a volte anche la Domenica un salto lo faccio.. ma ringrazio possa essere così. 🙂

5 – Hai in cantiere altri progetti e produzioni?

Si non sto/stiamo mai fermi. Ho in lavoro tantissime cose, sia da solo che con i veneti “Lite Orchestra”; ho un nuovo progetto con Twovi e un Mr. Dearson, due ragazzi pugliesi con cui stiamo lavorando a un paio di EP. C’è in cantiere anche il nuovo Red Rooster che curo insieme a D’Arabia: sarà una “rassegna” della scena bolognese attuale. Insomma non si sta mai fermi per davvero!!!

Discogs

DJ Rou Facebook Fans Page

Disco Gatto intervista a DJ Rou By Eros Stangoni Partyhardy © 10.2018 Family House.

#DISCOGATTO 20.10.2018

Pastaboys – Daylight In The Invisible World

Pastaboys Daylight In The Invisible World (Irma Unlimited)

Free Your Mind feat. Wunmi
Pasta E Salsa
O-Zone
Fallin’ feat. Wunmi
Mama Marimba
Rame Goes Cuban
He’s African
On & On (It’s The Way)
Red In The Mood
Babalawo feat. Wunmi
The Chant
Chimes Of Freedom feat. Osunlade

Influenced by disco, jazz, Latin and Afro, Pastaboys (DJs Uovo, Rame and Dino Angioletti) have remixed for the likes of Strictly Rhythm, NRK and MAW in the past. Their finely crafted, much anticipated debut album includes contributions from Soul II Soul vocalist Wunmi, Osunlade, Ohm Guru, Maestro Garofalo, Cristian Lisi, Banda Favela’s Roberto ‘Red’ Rossi and singer Jovin.

Pastaboys are three DJs from Bologna: Uovo, Rame and Dino Angioletti. Artistically born in the mid-nineties, they started producing for Irma Records under different guises, until they came up with the Pastaboys moniker for the release of their “Tortellini EP” on their own Instinctual label in 1995. The three partners are residents at the most popular Bologna House club Kinky, but constantly touring Italy and abroad. As House producers, they are influenced by sounds like disco, jazz, latin and afro. They have been remixing for labels such as Strictly Rhythm, NRK and MAW. Together with the Italian duo Bini & Martini they created the project Goodfellas. Pastaboys have been working on this debut album since 2002. The project involves names like:
– Osunlade, DJ/artist/producer spearhead of the spiritual/tribal House movement with his Yoruba label. Together with Pastaboys they form Atelewo, included in this album with the track “Chimes of Freedom”, released as a single on Unlimited in 2003.
– Shawn Cristopher, singer responsible for various House hits over the years. On the album she is featured in a re-recording of “On & On”, which originally appeared on “Tortellini EP”. – Wunmi, singer and dancer initially known for being Soul II Soul”s front woman on their legendary first album. Later became involved with Masters at Work and Bugz In The Attic, among many others. She wrote and sang three songs on the album: “Free Your Mind”, “Babalawo” and “Fallin”.

www.pastaboys.com
www.irmagroup.com

(Year 2004)