UNIT MOEBIUS

FEB 07 CRISPY w/ BUNKER RECORDS LABEL NIGHT, DRACULA LEWIS & more

BUNKER RECORDS LABEL NIGHT

GUY TAVARES aka SCHMERZLABOR (Bunker Records) UNIT MOEBIUS
www.vice.com/video/vice-meets-guy-tavares

PERSEUS TRAXX (Bunker Records, M>O>S Recordings)
www.soundcloud.com/perseus-traxx

STEVE MURPHY (Muscle Records, Chiwax)
www.soundcloud.com/stevemurphy-chiwax


2nd Room

DRACULA LEWIS live (Hundebiss Records)
www.soundcloud.com/dracula-lewis

EUROMAST live (Hylé Tapes)
www.soundcloud.com/euromast

ANAL VIRGINITY

10292551_811358592259326_8726388666032333215_n

L’evento Crispy del 7 febbraio 2015 é dedicato ad una delle etichette più rivoluzionarie della storia della musica elettronica in Europa; la Bunker Records. A rappresentare il sound di questa label visionaria; il suo fondatore, il leggendario Guy Tavares aka Schmerzlabor, ed uno degli artisti che meglio ne esprime il mood allucinatorio ed allucinato, Perseus Traxx.

Le prime releases della Bunker Records sono dedicate alla band elettronica Unit Moebius, definita come la unica reale risposta europea agli Underground Resistance. Gli Unit Moebius, composti tra gli altri dallo stesso Guy Tavares, sono stati
i fondatori degli ora leggendari Acid Planet squat party, dai quali la concezione del clubbing in Europa è stata profondamente influenzata. La carriera artistica di Guy Tavares si concretizza in numerosi altri progetti; da noi si presenta con il suo metal+acid alias Schmerzlabor. Perseus Traxx ci conduce in una lisergica esplorazione di sonorità reminiscenti, colonne sonore di scenari cyberpunk e coreografie cyberfunk. Le chiavi del nostro personale Pianeta Acido non possono
che essere nelle mani del dancefloor banger Steve Murphy.

Ad aprire la 2nd Room sarà il live ipnotico e mesmerico di Euromast, seguito dalla performance di Dracula Lewis, il progetto solista di Simone Trabucchi già da tempo impegnato nella ricerca audiovisiva come membro del duo Invernomuto e come label owner di Hundebiss Records. Il lavoro di Dracula Lewis è frutto di un approccio liminale che renda ragione ai diversi linguaggi di cui si nutre coniugandosi in una rapsodica melodia dissonante. A concludere il dj set di Anal Virginity,
resident dj del Dude Club porta qui da noi il suo progetto più estremo e bottomfriendly.

▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬
HYBRID NATURE
▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬

ACSI CARD REQUIRED

Facebook Event