PARTYHARDY IN THE WOOD w/ Gianluca Bonfini

La Festa del Primo Maggio è nata come giornata di lotta internazionale di tutti i lavoratori, senza barriere geografiche né tanto meno sociali, per affermare i propri diritti, per raggiungere obiettivi di progresso sociale, per migliorare la propria condizione… Per ricordare questa importante data abbiamo voluto intervistare i DJs che abbiamo invitato a Party(hardy) in the wood 2017.

1. Come vivi la passione del DJ tra sacrifici e divertimento

Essere dj per me deriva da una ossessione per la musica che avevo fino da piccolo, con il mio primo walkman, che in realtá era di mio padre. Giravo per casa con le cuffie ascoltando Carlos Santana, i Deep Purple, George Benson e i Queen. Ad ogni momento di tempo libero mi mettevo le cuffie e ascoltavo qualcosa. La passione per il vinile invece é sbocciata grazie ad un amico che me ne ha fatto innamorare. La transizione a fare il dj di conseguenza é stata abbastanza naturale e la considero una cosa che faccio per me stesso, a prescindere dai sacrifici.

2. Cosa ti aspetti da party(hardy) in the wood

Da Party(Hardy) in the wood mi aspetto una bella giornata all’insegna della buona musica! Una cosa da non prendere troppo per scontata al giorno d’oggi.

3. Segnalaci tre dischi “hot” dell’estate (artista/titolo/etichetta)

I 3 dischi che secondo me potrebbero andare forte questa estate sono:


Javonntte ‎- Mind Over Matter – Sistrum Records


Stump Valley – 森林 – Dopeness Galore


Deep88 ‎- The Jam EP – ASCII Records

Gianluca Bonfini
Facebook Page
Soundcloud

PARTYHARDY IN THE WOOD MONDAY 01.05.2017