PARTYHARDY IN THE WOOD w/ Entalpia

La Festa del Primo Maggio è nata come giornata di lotta internazionale di tutti i lavoratori, senza barriere geografiche né tanto meno sociali, per affermare i propri diritti, per raggiungere obiettivi di progresso sociale, per migliorare la propria condizione… Per ricordare questa importante data abbiamo voluto intervistare i DJs che abbiamo invitato a Party(hardy) in the wood 2017.

1. Come vivi la passione del DJ tra sacrifici e divertimento

La vivo molto positivamente, mi sento fortunato a poter condividere la mia passione per la musica con più persone possibili suonando ed organizzando eventi. Ho iniziato a comprare i primi vinili a 14 anni e da qualche anno ho allargato la passione ai synth rendendo le tasche sempre più vuote, ma la casa sempre più ricca di “musica”. Attualmente ho trovato il mio equilibrio tra gli studi universitari e la musica, anche se il tempo che vorrei dedicarle non mi sembra mai sufficiente.

2. Cosa ti aspetti da party(hardy) in the wood

Mi aspetto un party come le precedenti edizioni: atmosfera serena, pubblico in perfetta armonia con l’ambiente e un’ampia ricerca musicale dei djs.

3. Segnalaci tre dischi “hot” dell’estate (artista/titolo/etichetta)

Brani che profumano di estate:


Harvey Sutherland – Expectations EP, synth magici dall’Australia.


Ad Bourke & Rotla – Traffic Jam (Really Swing col.9) etichetta italiana jazz/elettronica, a breve uscirà col decimo EP.


Raccolta del duo australiano Ewan Jansen e Justin Zerbst, analogue deep house.

Entalpia
Facebook
Soundcloud

PARTYHARDY IN THE WOOD MONDAY 01.05.2017